The Big Bang Thoery

La teoria cioè che tenta di spiegare scientificamente come sia possibile che si sia venuto a creare l’universo. Un tantino più complicata da dimostrare o da credere se vogliamo, soprattutto per le “menti comuni” (volevo dire povere…ma poi magari il papa si offende, che ne so…) rispetto alla favoletta del signore barbuto che sputa sul fango…creta, pardon, creta, e crea l’uomo…che alzandosi in piedi si asciugò il viso ed esclamò : “cominciamo bene!” [cit. Giobbe Covatta – Parola di Giobbe], ma non per questo meno degna di rispetto, tutt’altro!
 
Titolo fuorviante se lo si associa ad un post, che non sia un trattato sulla teoria. A maggior ragione se lo si pensa come titolo per una serie TV, che non sia esattamente una serie scientifica…ma qui sta la genialità.

The BigBang Theory è una serie tv che viene dagli USA (hm…strano…) che potremmo catalogare tra le sit-com, assolutamente spassosa, fresca, brillante!
Rigorosamente guardata in lingua originale (con sottotitoli ITA…ma ancora per poco…) capace di darmi dipendenza dopo solo il pilot. Tanto basta per entrare in clima con il tema e i personaggi della serie che sono un po’ restio a descrivere minuziosamente perché è assolutamente da guardare.

Comunque un accenno non ha mai ucciso nessuno, quindi :

I 5 protagonisti, 4 ragazzi scenziati (fisici per la precisione) e una ragazza comune, danno vita a delle gag da far impallidire The Middleman (non conoscete Middlman? Oh dear god!!!) o The Simpsons o The Family Guy, pur trattando temi differenti, paragono solo in termini di assoluto divertimento. Altro che barzellette sugli ingegneri, utilizzando la serie come metro valutativo per la nerdaggine, dannazione, ho un punteggio più alto di questo pensassi!!!

La cosa mi ha colpito particolarmente perché era molto facile cadere nel banale o rimanere anonimi tessendo la trama di una serie che alla fine parla della vita di questi 5 personaggi, che non danno la caccia ai criminali, ne psicanalizzano i serial killer, non fanno parte dei servizi segreti della marina, non vanno in giro su un hammer per le spiagge di Miami, non resuscitano i morti, non ammazzano vampiri, non salvano vite umane, non sono dei killer sadici con la crisi d’identità (!?!?) ed un senso della giustizia del tutto inventato (ridatemi ODO!!!), non sono la solita sit di “famiglia” (La vita secondo Jim e altri), non è un remake di serie passate (vedi BG 2004 o TKR 2008)

In un periodo dove è difficile avere un’idea originale, trovo che TBBT sia riuscita nell’intento. C’è anche da dire che tanti potrebbero non cogliere tutte le citazioni, che sono sicuramente settoriali, ma alla fine non è così terribile. Il mondo è bello perché è vario, se tutti fossimo uguali e ci piacessero esattamente le stesse cose…dio che palle!!! E quindi ben venga chi si dissocerà rendendomi ancora più fiero fan di TBBT.

In tutto questo, non ho detto la cosa più importante. La founder della serie è ovviamente la mia piccola Manuki, che per certe cose, ci prende al primo colpo. Avvantaggiata dal fatto che non ha la triste barriera culturale della lingua che invece mi affligge (ma sempre meno…) esplora il mondo delle SerieTV e mi propone quelle che secondo Lei posso apprezzare. Fin ora ci ha sempre preso.

Passiamo ora, dopo aver parlato dell’effetto dipendenza, a parlare dell’effetto terapeutico. 

Aneddoto :
Settimana dura a lavoro, senza entrare nei dettagli, venerdì, neve a parte, ancora pesantezza anche nella soluzione finale…fino alla completa spremitura delle palline. Arrivo a casa, ero morto. Incapace di intendere e di volere. Per fortuna c’è qualcuno che si prende cura di me e mi invita caldamente a svenire sul divano mentre la cena di fosse resa pronta e di deliziarmi con un episodio di TBBT che tanto avevo una intera stagione da recuperare…gli episodi non durano più di 20-25 minuti, ne bastano un paio e già andava tutto mooolto meglio. Arrivare fino al decimo di fila mi ha definitivamente rimesso al mondo!

Curiosità:

The Big Bang Theory è stata creata e prodotta da Chuck Lorre e Bill Prady. Prodotta dalla Warner Bros. Television e dalla Chuck Lorre Productions e va in onda ogni lunedì sul canale americano CBS. Quella in onda attualmente è la seconda stagione.

Interpreti e Personaggi:

Johnny Galecki … Leonard Hofstadter (apparso in qualche episodio di – Pappa e Ciccia)
Jim Parsons
… Sheldon Cooper (apparso in qualche episodio di Judging Amy – Giudice Amy)
Kaley Cuoco
… Penny (già vista in 8 simple Rules)
Simon Helberg
… Howard Wolowitz (intrepretava Moist in Dr. Horrible’s Sing-along Blog)
Kunal Nayyar
… Rajesh Koothrappali
Sara Gilbert
… Leslie Winkle (già vista in Roseanne, Private Practice, ER e altre)

Conclusioni.

La serie è arrivata ormai al 13 episodio della 2° stagione ed io continuo a ridere come un matto e a preoccuparmi per alcuni tratti del mio IO decisamente nerd, spero che qualcuno, leggendo questo articolo, si appassioni alla serie!!!
Per una preview di qualche scena divertentissima potete fare un salto su YouTube, dove trovate il canale appositamente creato per questa serie.

 Signori, è stato un onore…a presto.

Harlock

 

Rispondi