Il kernel Linux ha la sua mappa interattiva

Da oggi è possibile “navigare” fra l’intricata rete di componenti del kernel del Pinguino grazie alla Linux kernel map, una web application JavaScript che consente di vedere a colpo d’occhio layer, funzionalità, moduli, funzioni e chiamate, ciascun elemento linkato al relativo codice sorgente.

L’autore, Costantine Shulyupin, afferma che la sua mappa può essere utilizzata per comprendere il funzionamento del kernel di Linux, seguendone il flusso di Linux Kernel Maplavoro. Ad esempio, è possibile tracciare il “percorso” seguito da un pacchetto di rete dal driver di periferica, in fondo in basso, fino alla chiamata del socket, nella parte più alta della mappa. Questa rappresentazione grafica può tornare utile anche a coloro che hanno già una conoscenza base del kernel di Linux e desiderano cercare qualcosa in modo rapido, senza doversi spulciare schemi testuali.

La Linux kernel map è ospitata sul sito makelinux.net, lo stesso che dalla sua scarna home page fornisce agli sviluppatori open source alcuni preziosi contenuti informativi, tra i quali un’esaustiva raccolta di risorse online – web, wiki, manuali, guide, libri, articoli, howto ecc. – relative a Linux e al suo immenso ecosistem. Per finanziare il progetto, e aggiornarlo con una certa costanza, Shulyupin fornisce la possibilità ai visitatori di ordinare una stampa della mappa in formato poster: i prezzi vanno da 10 euro per il formato 40,6 x 30,5 centimetri a 20 euro per quello da 61 x 45,7 cm. Su richiesta, poi, è possibile ordinare poster da 81,2 x 61,5 cm.

Fonte: Puntoinformatico.it

Rispondi