Le fragole sono mature

Sorpreso

Come abbiamo già detto molte volte noi non guardiamo la TV… il nostro monitor non è nemmeno collegato all’antenna, a onor del vero….
Non abbiamo nessun decoder e nessun abbonamento a SKY o Mediaset Premium…

Ma per qualche strano motivo è riuscito a pervenirci il bollettino del canone di mamma RAI… Evidentemente quando qualcuno cambia residenza la teledipendenza è patologia assolutamente scontata oggigiorno.
E così ci siamo visti recapitare a casa questa tassa camuffata da abbonamento. …hmmmmm….

Abbiamo letto gi allegati al bollettino per capire come avremmo potuto comunicare che non intendiamo usufruire di questo servizio, ma la realtà è che non c’è nessun numero di telefono, fax o indirizzo e-mail da poter contattare, solo un numero a pagamento per informazioni (!?!?!?!).

Allegato al bollettino c’è però un modulo da rispedire in caso i dati, copiati all’anagrafe, non siano sufficientemente accurati oppure c’è la possibilità di comunicare che si vive con una persona del proprio nucleo familiare che già paga l’abbonamento. Questo ci fa pensare che due conviventi debbano pagare 2 canoni….hmmmmmm…… ma in realtà non abbiamo indagato molto in questo senso.

Ci siamo informati però riguardo alla giustezza di tale tassa e della relativa richiesta di pagamento sotto forma di abbonamento TV.

Si perchè per chi ancora non lo sapesse si tratta di una vera e propria tassa sul “possesso di apparecchi atti o adattabili alla ricezione di radioaudizioni” (dall’art.1 del regio decreto-legge 21 febbraio 1938, n. 246 … una legge molto moderna…Sorpreso) … questo significa che in pratica ogni apparecchio che possiede un monitor potrebbe rientrare nella categoria… dalla PSP, al videocitofono… ma anche a uno di quei frigoriferi supertecnologici o il vostro navigatore satellitare, per intenderci!

In questo senso abbiamo trovato sul sito di ADUC parecchie informazioni riguardo al lavoro che stanno facendo. Ecco qui il link.

Ma l’11 maggio 2008, Beppe Grillo in persona, in diretta alla “Fiera del Libro di Torino”, ha dato una nuova speranza ai nostri animi. Per chi non avesse ancora visto il filmato lo pubblichiamo in questo post. Vi esorto a guardarlo fino i fondo per capire di cosa stiamo parlando…. ma ragazzi rendetevi conto che “le fragole sono mature”!

H&M

 

Rispondi