Decathlon takes good care of its customers

Ed è per questo che poi i clienti si affezionano.
O forse dovrei dire si viziano un po’
Eh si!
Perché se partiamo dal presupposto di chi non ha pretese da spedizione al polo o di scalata all’Everest per la propria attrezzatura (che poi bisogna sempre valutare eh…magari potrebbe essere una sfida interessante : sull’everest con la sola attrezzatura Quechua) bisogna ammettere che Decathlon è una vera manna dal cielo.
Nei suoi reparti si può trovare praticamente di tutto, compreso qualche prodotto di mache più “professionali”, o semplicemente più “rinomate”. Insomma, ogni caso va valutato in base alle necessità e alle possibilità ovvio.
Personalmente, come ho già scritto e descritto in altri post su questo blog, sono un cliente affezionato che per un motivo o per l’altro tende ad acquistare diverse cose dal colosso francese (e vi assicuro che non ho una naturale inclinazione per la Francia…) dall’abbigliamento, alle borse, zaini, scarpe, bici, tende, e qualche gadget tecnologico.
Abbiamo già scritto del Kaymaze 300 (in tre post: 1, 2 e 3) che non era affatto male prima che si rivelasse un apparecchio usa e getta.
Grande delusione ma, il customer care di Decathlon ci mette una pezza e noi usciamo di lì sempre con il sorriso sulle labbra.

Questa volta è il turno dell’altro disposito che abbiamo a suo tempo preso nello stesso giorno del keymaze, un orologio da montagna il Geonaute MW 500.2.
Tale aggeggio ha sempre fatto il suo dovere. Oltre alla bussola con un solo sensore è in grado di fornire informazioni su Pressione, Altitudine, Temperatura, finanche a memorizzare l’andamento meteo e buttar lì qualche previsione per le prossime 12/24 ore.
Nulla di scientificamente esatto ma sufficiente per far divertire un montanaro di vecchia data, quale mi piace definirmi.
Tra l’altro è stato anche nostro fido compagno durante il nostro viaggio di nozze, attaccato al manubrio della Fatboy che ho guidato, mi forniva in tempo reale info sull’altitudine e temperatura, due fattori veramente fondamentali durante il viaggio. Non si può certo dire che non lo abbia utilizzato!!!

 

Al ritorno del viaggio però, la batteria (e giustamente direi dopo più di due anni) ha esalato l’ultimo respiro, così mi sono recato nel mio negozio Decathlon preferito chiedendo la sostituzione della batteria presso il laboratorio, da cui sarebbe tornato con la garanzia sull’imperemeabilità.
“La contatteremo via sms quando rientra, ci vorrà come minimo una settimana”.

Il silenzio radio dura 15 giorni dopodichè decido di recarmi sul posto senza avvisare. Niente, il mio orologio non c’è. Il ragazzo del laboratorio contatta il laboratorio esterno e mi riferisce, scusandosi, che il collega addetto ai test per l’impermeabilità è malato.
Rispondo che non ho fretta, aspetterò.
Era un sabato mattina. Il giovedì successivo mi arriva un sms :” Gentile cliente siamo lieti di comunicarle che il suo prodotto è pronto per il ritiro”.
Finalmente!

Il sabato successivo mi reco al ritiro e qui inizia la magia di Decathlon e succede quanto segue…
Io: “Salve, ho ricevuto l’sms che mi comunicava il rientro del mio orologio” e mostro la ricevuta

DecathlonBoy1: “Controllo subito…ecco, a lei.”

Apro la busta di plastica opaca e tiro fuori l’orologio…sgomento…era MASSACRATO!
Io tengo le cose in maniera maniacale e nonostante fosse venuto con me fin negli States e fosse stato attaccato ad un manubrio di una Harley Devidson per 3000km aveva a malapena qualche microscopico graffietto e nemmeno sul vetro.
Quello che ho tra le mani sembra sia stato sfregato sull’asfalto!!!
Sussulto.
Cerco di non esplodere e faccio con un certo savuarfer..

Io: “Direi che questo non è il mio orologio, spero….ma in ogni caso io così non lo rivoglio.”
DecathlonBoy1: “Mi informo subito.”

Saliamo di livello, va a chiamare DB2 che comincia a fare ulteriori controlli.
Dopo un po’ DB2 torna DB2: “guardi, stia tranquillo che se non lo troviamo gliene daremo uno nuovo.”
E così è stato alla fine!

Gira che ti rigira è ragionevole ipotizzare che lo scambio dei prodotti sia avvenuto presso il laboratorio esterno e che in un altro Decathlon, qualche altro cliente, sarà stato altrettanto sopreso ma in positivo e comunque sarà anche lui uscito da lì con un bel sorriso stampato in faccia.

 

Torno a casa con il modello attuale, pari caratteristiche, del mio fido MW 500.2 Lo tiro fuori dalla scatola. Lo saggio, è più pesante, sembra più robusto, noto subito che hanno introdotto il classico sportello a vite per permettere all’utente di cambiare da solo la batteria. Controllo il manuale. Setto l’orario ma non mi va di fare le varie calibrazioni dei sensori. Lo ripongo con cura nella scatola.
Siccome gli attuali orologi sono doppiamente marcati Quechua e Geonaute, incuriosito cerco sul sito Decathlon. Mi cade l’occhio sul modello superiore, l’orologio altimentro Quechua MW 700 dal prezzo leggermente superiore ma dal look decisamente più accattivante. Voglio sapere di più. Così finisco sul sito rinnovato della Quechua che è una bella vetrina per i nuovi prodotti. Poche nozioni tecniche in realtà ma molte immagini e un bel filmato su una ipotesi di utilizzo. Sicuramente ha qualcosa in più.

Mi piace. Lo voglio. Devo averlo……aaaaaaaaahhhh!!!

E così il sabato ancora successivo, in una giornata in cui non mancavano certo le cose da fare, metto al primo posto un salto nel mio negozio Decathlon preferito.
Entro sorridente e DecGirl1 mi fa: “Buongiorno, deve fare un cambio?!”
Ed io non posso che annuire in pieno stile Koothrappali.
Esco di lì 10 minuti dopo con un orologio tutto nuovo per soli 20 Euro.
^_______________________________________________________^
Grazie Decathlon!!!!

Harlock

 

Rispondi