La crostata di mele e mandorle è di Adriano Continisio

Rifacendomi a quanto sceitto da Rosy di Rosmery & Thyme voglio spiegarvi perchè pubblico anche io, in ritardo, questa ricetta con questo titolo partciolare. E’ un’azione concertata da molti food-blogger che hanno deciso di protestare contro un plagio nei confronti di un amico blogger.

Questo l’articolo scritto da Adriano su quanto accaduto: “Scusate lo sfogo”

Anche se sono un po’ in ritardo rispetto alla data proposta per questa pubblicazione volevo aggregarmi alla protesta.
Io non conosco Adriano, non seguivo fino ad oggi il suo blog di cucina ma non per questo sento meno rabbia per quello che è successo.
Non guardando la TV non ho nemmeno idea di chi possa aver plagiato questa ricetta (anche se ho ovviamente qualche sospetto…..Antonellina!!!!) ma la sola idea mi fa incazzare mortalmente, soprattutto perchè fondamentalmente fatto a scopo di lucro!
Questa volta è capitato ad Adriano, ma nel tempo è già capitato ad altri. Creare un tam tam è forse il primo di tanti passi per avversare il fenomeno, perciò ci siamo uniti e oggi pubblichiamo con il nome del suo autore la ricetta e la foto della crostata che ognuno di noi ha preparato.
Per solidarietà con Adriano Continisio che l’ha inventata e pubblicata sul suo blog già nel 2007 eccovi la sua ricetta.

 

E’ ora che tutti sappiano di chi è la farina e pure il sacco!!!!!

Crostata di Mele e Mandorle

Ricetta corstata di AdrianoIngredienti:
400 gr pasta frolla*,
4 mele grandi (ca. 600gr al netto degli scarti),
80 gr di zucchero,
4 cucchiai di amaretto di saronno,
succo di mezzo limone,
poca cannella in polvere.
massa di mandorle:
120 gr uova intere,
60 gr zucchero,
50 gr farina di mandorle,
15 gr farina di mais fioretto,
15gr di fecola,
un pizzico di sale,
estratto di mandorle.
una manciata di mandorle a lamelle,
sciroppo di zucchero,
marmellata di albicocche.
Saltare a fiamma alta le mele sbucciate e tagliate a cubetti, miscelate con il succo di limone e lo zucchero, fino a che non risultino asciutte ma non spappolate. Incorporare il liquore e la cannella e lasciare raffreddare.
Foderare uno stampo da 26 cm e cuocere in bianco per 15 minuti (i primi 10 con carta da forno e riso).
Nel frattempo montare le uova con lo zucchero ed il sale, incorporare delicatamente le polveri e poche gocce di estratto.
Pennellare la frolla con poca marmellata, versare le mele, coprire con la massa e cospargere con le mandorle a filetti.
In forno a 170° per ca. 20 minuti.
All’uscita dal forno lucidare con sciroppo a 30°be.
Pubblicato da Adriano domenica 23 settembre 2007 alle 9.02

Dal post di Adriano i seguenti chiarimenti sul dolce:
Quanto conservare la crostata
Adriano: la marmellata fa da parziale barriera, ma la frolla tende ed assorbire l’umido delle mele. Una giornata regge. La farcia è morbida e la copertura inizialmente croccante, poi si ammorbidisce.
Come ottenere lo sciroppo a 30° be per lucidare la torta
Adriano: per lo sciroppo: versare 100 gr di acqua in un pentolino, aggiungere 135 gr di zucchero semolato, portare ad ebollizione, poi lascia reffreddare.
Le uova come sono pesate?
Adriano: le uova vanno pesate senza guscio.
*Per la pasta frolla
Adriano: la mia ricetta è questa, dividete per 4 o 5
1000 gr farina 0 biscotto (in alternativa 900 gr 00 e 100 gr fecola di patate), 500 gr burro appena morbido, 250 gr zucchero a velo (200 se utilizziamo il miele), 200 gr uova intere (oppure 150 gr uova e 50 gr di miele d’acacia se vogliamo una frolla morbida), 6 gr di sale sciolto in 20 gr di succo di limone, 6 gr di lievito istantaneo (se utilizziamo farina normale), zeste grattugiate di un limone, 1 cucchiaino di essenza di vaniglia.
Per ulteriori spiegazioni cliccare su La pasta frolla perfetta di Adriano.

Rispondi