Doctor Horrible torna visibile su HULU gratis

Dr. Horrible’s Sing-Along Blog torna visibile su Hulu gratis!!!
Sia in tre atti separati che in una versione unica fatta specialmente per questa nuova messa in onda.
Unico neo: hanno aggiunto un po’ di pubblicità. Credo però sia una bella scelta di marketing in favore degli spettatori. Gli stacchi pubblicitari durano una quindicina di secondi, sono segnati da pallini bianchi sulla barra di streaming, non sono skippabili ma spariscono dopo la prima visione. Inoltre sono pubblicità di AD Council società americana che si occupa di quelle che in italia chiamiamo Pubblicità Progresso, quindi pubblicità per il sociale.
Un’altra cosa fantastica è che si possono inserire i video direttamente nel proprio sito. Quindi potrete vederlo direttamente qui sul nostro blog!

Leggi tutto “Doctor Horrible torna visibile su HULU gratis”

Il trailer di Caprica, prequel di Battlestar Galactica

CapricaCaprica è il titolo del preannunciato prequel di Battlestar Galactica. Una serie TV i cui avvenimenti hanno luogo 51 anni prima di quelli che finora abbiamo visto nella fortunata serie TV. La storia riguarda due faglie rivali i Graystone ae gli Adama. Esai Morales interpreta Joseph Adama, padre di Edward James Olmos’ Admiral William Adama. Polly Walker e Eric Stoltz prenderanno parte a questo prequel.
Ronald D. Moore ha rivelato che Caprica sarà una terra completamente diversa da quella che abbiamo già visto in Battlestar Galactica. Qualche critico in effetti ha già sottolineato come la direzione artistica di Caprica somigli a quella di “Mad Man” e il produttore esecutivo ha concordato con questo dicendo che c’è un che di retro nello look dello show.
Ancora non si sa nulla di quando riusciremo a vedere Caprica. Marc Stern, il vice-presidente esecutivo della programmazione di Sci-Fi ha dichjiarato che il pilot della durata di due ore andrà in onda come film a sé oppure servirà come vero è proprio pilot della serie televisiva.
Stern non sa o non ha voluto dire se il prequel sarà messo in onda prima, contemporaneamente o dopo gli ultimi 10 episodi di Battlestar Galactica, che potremo vedere a gennaio 2009.

fonte Los Angeles Times

School of Rock 2

School of RockLa Paramount Pictures ha annunciato che il ventilato seguito di School of Rock si farà.
Il copione scritto dall’attore/sceneggiatore Mike White, già autore del primo episodio, ha convinto la Major ad iniziare a breve la produzione del sequel.
La star comica Jack Black riprenderà il ruolo della presunta rockstar Dewey Finn, che per guadagnare qualcosa torna ad essere un finto supplente a dir poco cialtrone. Questa volta Finn accompagnerà una summer class in giro per l’America alla scoperta della storia del rock.
Alla regia è stato confermato Richard Linklater, e lo stesso è avvenuto per Scott Rudin alla produzione.
Il titolo della nuova pellicola dovrebbe essere School of Rock 2: America Rocks.

Fonte nextplay.it

 

 

 

 

 

 

 

Problemi con lo streaming per Dr. Horrible’s

Proprio il primo giorno di broadcasting della nuova miniserie (o mini-musical) lo streaming dell’episodio ha presentato dei problemi di visione per tutti coloro che non risiedono negli Stati Uniti.

L’odioso messaggio di Hulu: “We’re sorry, currently our video library can only be streamed whithin the United States” è comparso sul video di milioni di web-spettatori da tutto il mondo. Dal blog drhorrible.net arriva subito la notizia che si sta cercando una soluzione al problema: “Never fear, Doctor Horrible will save the day…..err……ahh….. Captain Hammer will save the day? …. well, rest assured, someone will!”

Un errore in buona fede ma un errore abbastanza stupido perchè i limiti di Hulu.com sono piuttosto chiare.

Confidiamo comunque che presto anche tutti noi saremo in grado di vedere il primo Episodio di Dr.Horrbile’s Sing-along Blog.

Manuki

 

Ozzy e famiglia in un Varietà su Fox

OsbournesIl cantante/attore con la sua famiglia sarà protagonista di un varietà per la Fox “Loud and Dangerous” la prossima stagione.

Nei primi anni ’70 nessuno avrebbe mai scommesso che il leader dei Black Sabbath, che azzannava i pipistrelli sarebbe diventato un presentatore TV in uno show rivolto alle famiglie. Ma c’è da dire che nessuno si aspettava nemmeno che avrebbe partecipato a un reality show… 

Ozzy Osbourne, la cui carriera e popolarità sono state rivitalizzate ed introdotte ad un nuovo audience con lo show di MTV The Osbournes, ritornerà in Televisione, e questa volta potremmo anche vederlo cantare e ballare da ex-metallaro.

La Fox si è aggiudicata The Osbournes: Loud and Dangerous (titolo provvisorio), un varietà vecchia maniera, come riporta TVweek. Il progetto vedrà Ozzy e la sua famiglia, inclusa la moglie Sharon che al momento fa il giudice nello show America’s Got Talent ed i figli Kelly e Jack.

Come un varietà dei tempi d’oro della TV lo show conterrà sketch, giochi, canzoni e balletti.

Il presidente “alternativo” della Fox, Mike Darnell, stava cercando da un po’ di tempo qualcosa per ritornare al genere del varietà ma ha aspettato di trovare la cosa giusta prima di tentare questa mossa.

“Li vedrete in numeri di musical,” Darnell ha detto della famiglia Osbourne. “Li vedrete in sketch divertenti che faranno ridere probabilmente anche loro. Anche quando saranno impegnati in performance che potrebbero apparire nostalgiche, il risultato sarà moderno e d’avanguiardia

La Fox ha firmato per sei epidodi di questo show e lo lancerà probabilmente in inverno con la possibilità di una partnership con American Idol. Idol‘s FremantleMedia North America produrrà lo show.

fonte: TV.com

Lascio qui sotto una chicca… d’altra parte che a loro modo fossero una famiglia molto unita lo sapevamo già tutti.

 

Il film di Friends: solo rumors??

FriendsSembra che a Hollywood si vociferi che, sull’onda del film di Sex and the City, sia la produzione che gli interpreti siano sempre più inclini che mai a trasformare una delle serie TV più geniali degli ultimi anni in un film per il grande schermo. Una fonte del Daily mail avrebbe riportato che J. Aninston e C. Cox già avrebbero parlato di cosa vorrebbero da questo film su Friends. Questo avviene proprio un mese dopo che la controversia serie Dirt, nella quale C. Cox era protagonista è stata cancellata dopo sole due stagioni (giustamente a mio parere visto che solo il Pilot era di una noia mortale)… Forse Courtney vuole sfruttare un po’ della fama di Friends per rifarsi la facciata?

Io attendo speranzosa che il film venga prodotto!

 

Data uscita Knight Rider sulla nbc

E’ ufficiale la data di messa in onda della nuova serie TV dedicata alla sfolgorante KITT 3000, già descritta nel relativo post riguardante il pilot uscito nel Febbraio 2008. Negli Stati Uniti potranno vedere la prima puntata di Knight Rider il 24 settembre 2008 in prima serata.

Proprio nei giorni scorsi però David Hasselhoff ha rilasciato delle dichiarazioni non troppo promettenti. “Mi hanno chiesto di fare un cameo e promuovere la serie, ho risposto che mi avrebbe fatto piacere. Ma non è stato come me l’ero immaginato, non ho avuto occasione di vedere lo show fino al prodotto finale, e quello che ne è venuto fuori non è quello che avrebbe dovuto essere. E’ la visione di qualcun altro. Non è pertinente alla prima serie… sarebbe come fare Indiana Jones senza Indiana Jones“. Altri siti riportando anche qualcosa di più, che non sono riuscita a verificare: “Volevo che ci fosse più Michael Knight e più riferimenti al passato, ha concluso Hasselhoff, il punto è che perderanno una grossa fetta di audience perché la serie non è retrò, mentre il punto cardine del progetto era il rifarsi al passato. Voglio dire, siamo tutti cresciuti guardando lo show e amandolo, uno show che era umoristico, fatto con il cuore e d’azione: in questo progetto, invece, non hanno messo cuore, umorismo e azione“.

Chissà se David ci ha visto lungo oppure no?

Manuki

KNIGHT RIDER
“Journey to the End of Knight”

 

 

E’ morto il doppiatore Claudio Capone, storica voce di “SuperQuark” e “Beautiful”

Claudio CaponeAncora un lutto nel mondo del doppiaggio italiano: è morto il 23 giugno 2008 in Scozia all’età di 55 anni a causa di un ictus Claudio Capone (cerca la pagina sul sito  “Il mondo dei doppiatori”).
Nato a Roma il 18 novembre 1952, Claudio Capone è stato la popolare voce narrante di moltissimi documentari naturalistici trasmessi all’interno di programmi Rai come “SuperQuark”, “Il mondo di Quark” (con Piero Angela), “Passaggio a Nord-Ovest” (con Alberto Angela) e “Geo & Geo”. I telespettatori dell’ora di pranzo di Canale 5 invece lo ricorderanno come voce di Ronn Moss, ovvero Ridge Forrester, uno degli storici personaggi centrali della soap opera “Beautiful”. Per inciso, Capone è il terzo doppiatore protagonista storico di “Beautiful” morto negli ultimi anni, dopo Angiolina Quinterno e Oreste Rizzini.
Tantissimi i personaggi doppiati da Capone nel corso della sua carriera: in campo cinematografico, è stato la voce di Mark Hamill nella trilogia “Guerre stellari”, “L’impero colpisce ancora” e “Il ritorno dello Jedi”; Alan Alda in “Crimini e misfatti”, “Misterioso omicidio a Manhattan” e “Tutti dicono I Love You”; John Travolta in “Face/Off – Due facce di un assassino” e “Phenomenon”; Karlheinz Bohm nelle riedizioni televisive replicate annualmente su RaiUno del ciclo di film de “La principessa Sissi” con Romy Schneider; Steve Guttenberg nei primi quattro film della serie “Scuola di polizia”; Christopher Walken in “I mastini della guerra” e “Io e Annie”. In TV, il doppiatore ha prestato la voce a Don Johnson nelle serie poliziesche Miami Vice – Squadra antidroga e Nash Bridges; Dean Cain in Lois & Clark – Le nuove avventure di Superman (dalla stagione 2 alla 4); Stephen Collins nella longeva serie familiare Settimo cielo; Tom Skerritt nella serie La famiglia Brock. I meno giovani lo ricorderanno anche come voce di William Katt nella serie anni ‘80 Ralph Supermaxieroe.
Gli appassionati di cartoni animati ricorderanno Capone come voce di Egon Spengler nella serie “The Real Ghostbusters”, basata sui film con Bill Murray.
Claudio Capone ha anche diretto il doppiaggio di diverse serie TV come Sex and the City (solo la stagione 4), le inglesi Coupling, Extras e The Office, e la fantascientifica Firefly.
Negli ultimi anni Capone ha anche prestato la sua voce per la campagna pubblicitaria “Le acque della salute” di Uliveto e Rocchetta.
A seguire un clip audio della voce di Capone, impegnato qui al doppiaggio di Stephen Collins nella sopra citata serie Settimo cielo.

Dal sito: Antoniogenna.net Blog

Ecco perché Star Trek ricomincia da capo

star trek XI

Dai produttori del film arriva finalmente la risposta alla domanda che nessuno aveva ancora osato porre. O quasi. La domanda è scaturita spontanea nella mente degli sterminati fan quasi subito dopo l’uscita della notizia che l’undicesimo capitolo della saga Star Trek sarebbe stato un prequel dell’intera storia dell’equipaggio dell’Enterprise, andato a pescare direttamente sui banchi di scuola dell’accademia di Starfleet. Ma i motivi che avevano portato il geniale J.J. Abrams, incaricato dalla Paramount di risollevare le sorti del marchio, a fare questa scelta in un certo senso radicale di agguantare il mito di Kirk e soci quando ancora doveva nascere, erano rimasti sullo sfondo, destando negli appassionati ben più di una perplessità. Ci ha pensato il sito Trekmovie.com a dare una risposta (o quantomeno a provarci), andando a interpellare sull’argomento direttamente Roberto Orci e Alex Kurtzman, produttori esecutivi de film.

Orci ha spiegato che in realtà le ragioni per un prequel erano diverse: “Eravamo tutti d’accordo sul fatto che il periodo antecedente all’inizio di tutto fosse il più interessante. Tutti noi, chi più chi meno, siamo grandi fan della serie classica, alcuni di noi la ricordano ancora con grande tenerezza. Poi anche il grande Roddenberry aveva aperto un territorio inesplorato creando la serie classica, e ci sembrava che potesse essere fatto ancora. Terzo, ci è sembra doveroso colmare un gap informativo sulla genesi di personaggi così forti e famosi, non rifacendo la storia originale ma raccontandone una nuova. Questo ci sembrava il vero territorio inesplorato da affrontare, e a questo abbiamo pensato quando abbiamo deciso di realizzare il progetto.”

Kurtzman si è detto d’accordo con il collega:” Ci sembrava shoccante che dopo oltre quarant’anni ancora nessuno avesse raccontato la genesi di questi personaggi. Anche da sola, era una ragione più che sufficiente per provarci.” Un ulteriore ragione per raccontare l’inizio della saga si trovava nella volontà di attirare nuovi fan verso il marchio. “Oltre alle ragioni creative” ha continuato Orci, “c’era anche la volontà di introdurre Star Trek presso una nuova generazione, persone che magari non ritenevano di ‘saltare sul vagone’ trekkiano perché si erano persi troppe vicende. L’idea di creare un’introduzione alla saga completamente nuova per tutti ci ha permesso di far comprendere le ragioni per cui tutti noi amiamo Stark Trek, anche a di del mondo trek non conosce nulla. Era un’idea irrinunciabile, ed era inevitabile per noi realizzarla.”

Queste le ragioni che hanno spinto Abrams e soci a realizzare il prequel, e sono ragioni oggettivamente comprensibili e neanche tanto misteriose. Resta da capire se il desiderio, legittimo, di attirare nuovi fan alla saga avrà come effetto collaterale quello di allontanare i “vecchi” fan, già in parte delusi dall’involuzione delle ultime serie televisive e degli ultimi prodotti cinematografici. Maggio 2009, data di uscita prevista del film, non è poi molto lontano; ai posteri, cioé a noi stessi, l’ardua sentenza.

Autore: Maurizio Del Santo

fonte: fantascienza.com