R.I.P. Ronnie!!!

Mentre il mondo in generale e quello della musica in particolare rotolano via a “cazzo di cane” [cit.], Ronald James Padavona a.k.a. Ronnie James Dio, uno dei pochi fari rimasti ad illuminarci da terra si è spento 3 giorni fa, domenica 16 Maggio 2010, lasciandoci a brancolare nell’oscurità.

Harlock è triste.

Grazie di tutto Ronnie.

“…There’s no sign of the morning coming, You’ve been left on your own, Like a Rainbow in the Dark!!!”

Message from Wendy Dio

Today my heart is broken, Ronnie passed away at 7:45am 16th May. Many, many friends and family were able to say their private good-byes before he peacefully passed away. Ronnie knew how much he was loved by all. We so appreciate the love and support that you have all given us. Please give us a few days of privacy to deal with this terrible loss. Please know he loved you all and his music will live on forever.

– Wendy Dio

Ode ai RedJoe

I Fan in delirio sperano in una Reunion…(1)

Un po’ di storia.

Era da un po’ che mi frullava in testa di scrivere a riguardo. I ricordi non svaniscono, sono lì sepolti in qualche angolo del cervello ma se evocati, tornano allegramente a galla, belli o brutti che siano.

Purtroppo questa volta ricordi felici sono stati evocati da un tragico evento, la prematura morte del nostro amico : Alessandro -R.I.P.-  .

Mentre spulciavo le foto in cerca di quelle che lo ritraevano (e risaledo ai tempi del 5° superiore…capite bene il senso della parola “spulciare”) mi sono inevitabilmente imbattuto in tanti altri piacevoli ricordi (e per fortuna, aggiungerei!!!).

Uno dei gruppi nei quali ho militato che ha avuto più successo (volevo dire longevità o sbrago ma molti avrebbere potuto non afferrare) e con il quale mi sono divertito di più sono stati i RedJoe.
Il nome non è proprio a caso, con moltissima fantasia ci siamo rifatti al colore di capelli di uno dei componenti e fondatori, il caro capokkia-aka-franganghi-aka-fill-aka-Joered (per l’appunto).

[ho bisogno di te qui Joe : ti ricordi quando suonavamo con Daniele e Simone cover dei Maiden? Abbiamo cominciato così vero? O sono impazzito del tutto?]

In breve, un giorno io e Joe ci siamo detti:

J – “andiamo in sala prove? Mi va di suonare la batteria.”
H – “ok, io chitarra e voce”
(o qualcosa del genere)

Credo fosse la fine del 1998 o al massimo il 1999…

 

Leggi tutto “Ode ai RedJoe”

Chinese Democracy

– Ispirato dal mio amico bloggettaro Franganghi che recentemente ha pubblicato un paio di  articoli in bozza da un po’ di tempo, eccomi qui a lanciare le poche righe che seguono, che aspettano dal 27 Gennaio 2009 di essere messe on line. (del resto W.Axl Rose ci ha messo 15 anni per partorire un album…) –

 

E’ giunto ormai il momento di parlarne. I mean…è giunto per me il momento di scrivere la mia.

 

ATTENZIONE!!!

Il testo che segue contiene pareri del tutto personali, fedele alla famosa espressione latina :

“De gustibus non disputandum est”.

Con un pizzico di sarcasmo e 2 etti di cinismo…

Lo ascolto da prima dell’uscita sul mercato (ihihih…hm…pirate inside), poi l’ho comprato, come sempre faccio con le cose che mi appassionano e che hanno un prezzo tutto sommato decente, 12.90 Euro da Mediaworld per un album nuovo non mi è sembrata una esagerazione anche se comprarlo è stato più un gesto da fan che piuttosto che una reale esigenza.

Fan, sì, lo sono, lo sono sempre stato e lo sarò sempre : W I Guns n’ Roses quindi e abbasso i Negramaro (o altri eh..) che mi hanno fatto passare la voglia anche di bere un ottimo vino!!!

E qui mi fermo…

Leggi tutto “Chinese Democracy”

Alice Cooper e Julie Andrews…

Killer…tutti insieme appassionatamente!!!

Ok, va bene… ho un po’ di redbull e alcool in corpo (non fate domande!!!!Sorpreso), ma non sono impazzita e lo posso dimostrare!

Cominciamo dal principio….
Questa sera a tavola, mentre degustavo la meravigliosa cena che il Capitano mi ha amorevolmente preparato, ascoltavamo un greatest hits di Alice Cooper. Devo dire che tutte le canzoni mi hanno suscitato delle emozioni ma in particolare è meravigliosa “Halo of Flies”, dall’album Killer. Finalmente posso dire che sono riuscita a far portare qualcosa (musicalmente parlando) all’attenzione di Harlock che conosceva Alice solo marginalmente.

Devo dire che nemmeno io conoscevo tutto, infatti mentre gustavo la mia buonissima trota salmonata con verdirine e patate al forno bagnata da una Falanghina dei Campi Flegrei Grotta del Sole due sinapsi che non si erano mai viste prima mi si sono improvvisamente collegate!

Leggi tutto “Alice Cooper e Julie Andrews…”