Uova sode colorate

Per Pasqua siamo rimasti a casa in relax in una Milano praticamente deserta e stranamente quieta. Abbiamo fatto un piccolo Barbeque in terrazza e per Pasquetta abbiamo organizzato un brunch con Silvia e Marco.
A parte qualche cosa tipica da brunch come Pancakes, Uova strapazzate e bacon, succhi di frutta e Panini al latte abbiamo preparato qualche cosa tipica di Pasqua come la Pizza di Pasqua (o Pagnotta) e le Uova colorate. Ad accompagnare il tutto un tagliere di formaggitipici della Valle Brembana con marmellatine.

Per fare le uova colorate volevo cercare di utilizzare colori naturali per fare in modo di poterle poi mangiare senza intossicare gli ospiti.
Dopo un po’ di ricerche ho deciso di fare tre prove.
Uova Blu: fatte con la verza viola
Uova Gialle: con Carote e Zafferano
Uova Marroni: con caffè.

Leggi tutto “Uova sode colorate”

Composta di Zucca e Pera Abate al profumo di Agrumi e Spezie

I primi consigli su come fare le conserve li ho ricevuti sul newsgroup di cucina it.hobby.cucina e relativo sito A Tavola con Gennarino, inoltre curiosando sulla rete ho anche trovato un po’ di tempo fa un sito molto carino dove erano descritti tutti i procedimenti per confezionare splendide marmellate. Purtroppo non ritrovo il sito ma ho salvato il testo su un file che mi permetto di mettervi a disposizione: Magic Jam Language (in italiano)

Questa marmellata l’abbiamo preparata a dicembre per le nostre strenne natalizie. E’ molto particolare ed è buona sia sui formaggi che per la colazione.

Ingredienti:

3 Kg di Pere Abate
1Kg di Zucca
2Kg di zucchero di canna
Succo di 2 limoni
Succo di un’arancia
Cannella in polvere
Zenzero in polvere
Chiodi di garofano in polvere
Noce moscata in polvere

Preparazione:

Leggi tutto “Composta di Zucca e Pera Abate al profumo di Agrumi e Spezie”

Spezzatino con Marroni

L’idea di cucinare un piatto di portata con le castagne mi incuriosiva parecchio e devo dire che in realtà non ho mai assaggiato un spezzatino ai Marroni. Mi dicono che mia nonna facesse un meraviglioso minestrone di castagne, ma purtroppo non ho fatto in tempo a carpirne i segreti. Questa particolare ricetta è stata scovata su una di quelle riviste delle catene di supermercati. In questo caso trattasi di Conad. Solitamente non mi ispirano particolarmente queste ricette ma la foto e tutto ciò di cui ho già scritto poco sopra mi hanno convinto a tentare. Credo che questa ricetta possa beneficiare di qualche ulteriore aggiustamento ma direi che già così ci ha soddisfatti parecchio. Nella ricetta originale viene utilizzata carne di coniglio ma io ho utilizzato vitello. Ho anche rinunciato al soffritto di pancetta per farlo un pochino più leggero.

Ingredienti:
1Kg di Carne di vitello in pezzi
500gr di Marroni sbucciati(150 gr Pancetta)
1 Cipolla rossa grande
2 Spicchi d’aglio
Farina bianca
Mezzo bicchiere di vino bianco secco
2 bicchieri di brodo
Olio EVO
Salvia
Bacche di ginepro
Alloro
Sale
Pepe
Rosmarino.

Leggi tutto “Spezzatino con Marroni”

Risotto alla Zucca della Bisnonna Teresina

Zucca MantovanaE’ tempo di Zucca e questa è una delle ricette più buone che si possano fare con questo frutto delizioso della terra. Questa ricetta è quella che la mia nonna Adele ha imparato a fare dalla sua mamma….

La Zucca più adatta a fare i risotti è sicuramente della famiglia delle Cucurbita Maxima, ha la pasta arancione cupo e molto pastosa che nella cottura non si sfilaccia ma diventa una purea. Perfette la Mantovana e la Marina di Chioggia.

Ingredienti per 4 persone

Circa 400-500 gr. di Zucca
Brodo vegetale q.b.
5-6 pugni di riso adatto a fare i risotti (es. arborio o carnaroli)
1 bicchiere di vino bianco
burro
grana padano grattugiato
1 Cipolla (la mia bisnonna lo faceva senza cipolla)

Soffriggere un po’ di cipolla tagliata a listarelle sottili nel burro. Aggiungere quindi la zucca lavata pelata e tagliata a pezzettini. Fare rosolare un pochino. Aggiungere quindi il brodo vegetale. Lasciare cuocere la zucca finché tenera. Schiacciarla un po’ con la forchetta. Aggiungere il riso e sfumare con un bicchiere di vino bianco. Quando il vino è evaporato cominciare ad aggiungere a mestoli il brodo vegetale bollente,  mescolando continuamente il risotto fino a cottura ultimata. Mantecare con una noce di burro e del buon grana grattugiato.

 

Gelato ipocalorico di Yogurt e Banana

Ingredienti:

250 g di banane (duo medie)
350 g di yogurt greco magro
60 g di miele di tiglio
succo di mezzo limone

Preparazione:

Tagliare le banane e fullare insieme a yogurt, miele e succo di limone finché il composto risulti ben gonfio. Versare nella gelatiera ed azionarla. Dopo una ventina di minuti il vostro gelato ipocalorico sarà pronto!

Enjoy!

 

Ecco le foto della preparazione.

 

{phocagallery view=category|categoryid=16|
imageid=0|limitstart=0|limitcount=15|
fontcolor=#FFFFFF|bgcolor=#ccffff|
bgcolorhover=#FFFFFF|imagebgcolor=#66CCFF|
bordercolor=#cccccc|bordercolorhover=#ccccff|detail=0|
displayname=0|displaydetail=0|displaydownload=0}

Pan di Spagna

Ingredienti:

6 uova
180 gr di zucchero
75 gr di farina
75 gr di fecola
un pizzico di sale.

Preparazione:

  • Sgusciare in una ciotola le uova intere. Frullare a lungo (almeno 15 minuti)con uno sbattitore a frusta le uova e lo zucchero (a mano servono almeno 30 minuti), finché diventano una massa gonfia, ben spumosa e di colore giallo chiaro.
  • Sollevare le fruste e lasciare cadere un po’ di composto sull’impasto montato: è montato a sufficienza se il filo di pasta “scrive”.
  • Aggiungere la farina e la fecola mescolate insieme, versandole a pioggia da un setaccio, e mescolarle delicatamente con un cucchiaio di legno, in modo che si incorpori al composto senza smontarlo.
  • Versare l’impasto al centro dello stampo bene imburrato e infarinato, livellarlo bene dando un paio di colpi sul tavolo con la teglia piena, e infornare a 150° – in forno già caldo – per circa 40 minuti.

 

Il “segreto”, se di segreto si può parlare, per una perfetta riuscita di questo dolce è la lunga lavorazione di uova e zucchero. E’ in questa fase, infatti, che viene incorporata l’aria necessaria perchè il dolce diventi davvero soffice e spugnoso, anche senza l’utilizzo di lievito (comodo per abbreviare i tempi di lavorazione ma che finisce per lasciar sempre, inevitabilmente, un retrogusto abbastanza sgradevole). Uova e zucchero devono essere montati per un tempo piuttosto lungo (MAI meno di venti minuti) e con un buon frullatore finché il composto non sia diventato ben gonfio, di un bel colore giallo paglierino e – come si dice in gergo – “scrive”. Questo vuol dire che facendo cadere un po’ di impasto ” a filo” dalla frusta dello sbattitore, questo non affonda immediatamente ma resta sulla superficie della torta come un disegno o – appunto – una scritta. Se questo non avviene, vuol dire che le uova non sono ancora ben montate e occorre continuare la lavorazione, a meno che non ci si voglia accontentare di un dolce basso e gommoso. Non va poi dimenticato il sale, aggiunta spesso sottovalutata, che favorisce il montarsi delle uova.
Un’altra fase delicata della preparazione e’ l’aggiunta della farina. Deve essere fatta scendere da un setaccio – in modo da sciogliere i grumi eventualmente presenti nella farina – con molta delicatezza, sul composto montato di uova e zucchero. Poi si mescola con un cucchiaio di legno – con un movimento rapido ma delicato – dal basso verso l’alto, stando bene attenti a non smontare l’impasto.
Durante la cottura, poi, il forno non va MAI aperto, nel modo piu’ assoluto, pena lo sgonfiarsi della torta. Prima di sfornare la torta, quando i bordi appaiono ben staccati dai bordi dello stampo, verificarne il grado di cottura con uno stecchino infilato al centro della torta (i lati cuocciono prima): deve venirne fuori asciutto, senza la minima traccia di pasta cruda.
E’ buona norma, infine, non tirare fuori dal forno immediatamente la torta: molto meglio lasciarla nel forno spento una decina di minuti in modo che possa raffreddarsi gradatamente. Trascorso questo tempo, toglierla dallo stampo e metterla a raffreddare su una gratella.

Ricetta presa da gennarino.org

 

 

Panini al Latte

Ingredienti:

500 gr di farina di forza (manitoba)
500 gr di farina tipo 0
400 grammi circa di latte
25 grammi di lievito di birra
200 gr di burro (io ne metto anche un po’ meno)
15 di sale
100 di zucchero

Preparazione:

Sciogliere il lievito in un po’ di latte tiepido.
Aggiungere un cucchiaio di farina, mescolare bene e lasciare lievitare per circa trenta minuti.
Disporre la farina a forma di Vesuvio con l’immancabile cratere al centro. Mettere nel cratere tutti gli ingredienti ed amalgamare il tutto.
Lavorare la pasta per almeno 15 min. e mettere a lievitare in una terrina coperta da un canovaccio umido per circa 2 ore o finche’ la pasta non raddoppia il suo volume. State attenti che la temperatura della stanza sia mite e non subisca sbalzi durante la lievitazione.
Dopo la prima lievitazione si puo’ lavorare di nuovo la pasta (aggiungerci magari uvetta, pezetti di cioccolato o noci, per esempio) e rimetterla a lievitare nuovamente.
Reimpastare e stendere l’impasto a *salsicciotto*. Fare quindi dei pezzetti delle dimensioni volute (una trentina di grammi), fare tutte palline e disporle sulla teglia del forno (ricoperta da carta per da forno spolverizzata di farina), spennellare le palline con un uovo battuto e far lievitare per circa 1 ora coperte con un panno. Infornare nel forno già caldo a 200-220°, sul per una cottura di pochi minuti (devono rimanere morbidissimi). La spennellata d’uovo darà loro colore anche con una cottura breve.

Ricetta Base per Muffins

I muffin sono la versione veloce dello “scone” inglese. Sono tortine piccole e solitamente mediamente dolci che vengono mangiate a colazione.
Simili alle Cupcakes (letteralmente: torte in tazza) solo per la forma, i Muffin sono meno dolci. Comunemente però vengono chiamate Muffin anche le Cupcakes

NOTA: 1 tazza = recipiente da 250ml (vedi tabella conversioni )

Ingredienti:

60 ml di olio o 55 gr burro fuso
2 tazze di farina (circa 250 gr)
1/2 tazza di zucchero (circa 110 gr)
1 cucchiaio colmo di lievito per dolci
1/2 cucchiaino di sale
1 uovo
250 ml di latte
1 bustina di vanillina o un cucchiaino di essenza di vaniglia liquida
1 tazza di mirtilli o altra frutta fresca/secca in pezzetti piccoli oppure gocce di cioccolato

Preparazione:

Riscaldare il forno a 200 gradi ed imburrare 12 stampini per muffins.
Setacciare farina, lievito, sale e vanillina.
Sbattere le uova con il latte e se lo usate, l’olio.
Mischiare gli ingredienti liquidi con quelli secchi ed aggiungere il burro fuso (se non avete usato l’olio).
Mescolare in modo da amalgamare appena gli ingredienti. Non mescolare troppo. Introdurre i mirtilli e incorporarli delicatamente.
Cuocere nel forno già caldo per 20 minuti.
Effettuare il test di cottura con uno stuzzicadenti. Fare raffreddare su una gratella.

Possibili sostituzioni o aggiunte:

  • Sostituire totalmente la farina integrale a quella bianca
  • Metà della farina bianca può essere sostituita con farina di altri cereali (riso, segale, farro , grano saraceno, soya, ecc…
  • Il latte può essere sostituito con lo yogurt.
  • Il burro può essere sostituito con pari peso di purea di mela o prugna per ridurre l’apporto di grassi (ma togliere anche un po’ di morbidezza all’impasto)
  • Aggiungere semi di sesamo, papavero o girasole o anche nocciole, mandorle etc…

Kanelbullar – Girelle di cannella e zucchero

Questo è un dolce tipico Svedese che ho imparato a fare durante il mio soggiorno a Luleå, nel Nord della Svezia.

 

Ingredienti per la pasta base:
50 gr lievito di birra
1/4 di bicchiere di acqua tiepida
100 gr di burro o margarina
400ml di latte
1/2 cucchiaino di sale
150 ml di zucchero
1 cucchiaino di cardamomo in polvere (che se non avete potete anche omettere)
circa 1,3 litri di farina (misurata in un recipiente graduato in dl o litri)

Ingredienti per il ripieno di cannella e zucchero:
100gr burro o margarina
1/2 cucchiaio o più di cannella
100 ml di zucchero
1 uovo sbattuto per spennellare i rotoli o le girelle.
Granella di zucchero per decorare

Preparazione:
In una grossa terrina sciogliere il lievito nell’acqua.
In un pentolino sciogliere il burro e versarvi successivamente il latte. Versare ill liquido tiepido nella terrina con il lievito e mescolare. Aggiungere sale, zucchero e cardamomo sempre mescolando.
Aggiungere poi la farina gradualmente fino ad ottenere una pasta morbida e non appiccicosa. Porla nella terrina e lasciarla lievitare un’ora al riparo da cambiamenti di temperatura repentini.
Impastarla di nuovo finchè non sia bella liscia.
Dividerla in tre parti uguali e stendere le tre parti in rettangoli da 25 cm X 30 cm circa.
Spalmare il ripieno nei tre rettangoli lasciando spazio su uno dei bordi lunghi per la chiusura e arrotolarli cominciando dalla parte più lunga.
Porli, con la chiusura sotto, sulla carta da forno, coprirli e lasciarli lievitare finchè doppi in volume (un’ora e mezza circa).
Spennellarli con l’uovo e infornarli nel forno preriscaldato a 200°C per circa 20 min. Lasciarli raffreddare su una griglia coperta da un panno.
Dopo che avete arrotolato i salamotti potete anche tagliarli in girelle dello spessore di circa 1.5cm. Porle sulla carta da forno in una teglia larga.
Lasciarle lievitare finchè doppie in volume dopodichè spennellare con l’uovo e decorare con chicchi di zucchero. Infornare a 200°C per 10 min circa fichè dorate.

Servitele all’ora del tè o alla pausa caffè del mattino. In Svedese la pausa caffè è detta “Fika”.
Ovviamente questa pasta dolce si presta bene anche ad altri ripieni.

 

Ecco qualche foto dell’ultima fase della preparazione. In questo caso non avevamo la granella di zucchero per decorare.

{phocagallery view=category|categoryid=22|
imageid=0|limitstart=0|displaydetail=0|displaydownload=0}

Torta di Mele

Ricetta per una torta di mele morbida ma senza grassi aggiunti. Gli unici sono quelli presenti nel tuorlo delle uova e nel latte.

E’ possibile aggiungere alle mele dell’uvetta, fichi secchi o datteri.

Enjoy!

Ingredienti:

200gr farina ( anche tutta integrale)
150gr zucchero
2 uova
1/2 bicchiere di latte più qualche cucchiaio
un pizzico di sale
3/4 mele
1 bustina di lievito

Preparazione:

Sbucciare le mele e tagliarne la maggior parte a cubetti. Tagliare l’ultima mela a fettine. Annaffiarle con del limone per non fare annerire e metterle da parte.

Sbattere le uova con lo zucchero, unire la farina il lievito, la buccia di limone grattuggiata e il pizzico di sale. Unite poi il latte fino ad ottenere una pasta morbida. Aggiungete le mele a cubetti.

Ungete di burro una teglia larga e spolveratela di pane grattuggiato o farina, versatevi la pasta e sulla superficie inserite le mele e tagliate a fettine.
Infornare per 20 min. a forno moderato (180°C)

Controllare la cottura con uno stecchino.