Inaugurata nelle Marche: la prima casa a emissioni zero

Ambiente, al via nella regione Marche la prima casa a emissioni zero

Ancona, 25 giu.2008 – Al via nelle Marche la prima casa a emissioni zero, completamente autosufficiente dal punto di vista energetico, abitabile da subito. Si tratta del primo importante passo della Leaf Community (Life Energy and Future) la comunita’ interamente a energia ‘pulita’ dove si vive in una casa a zero emissioni di CO2 (Leaf House), ci si muove con mezzi elettrici o a idrogeno, i bambini frequentano una scuola alimentata soltanto dall’energia solare e si lavora in edifici ecocompatibili con fonti energetiche autonome.

 

Al progetto ‘Leaf Community’, ideato e realizzato dal gruppo Loccioni hanno aderito Enel, Whirlpool e un network di grande eccellenza: Alvarion, Beckhoff, Cisco, Faam, IGuzzini, Ikea, National Instruments, Rittal, Schuco, Siemens, Viessmann, UBI Banca Popolare di Ancona. A supervisionare il progetto, che ha avuto il patrocinio di Kyoto Club, Regione Marche, Provincia di Ancona e Universita’ Politecnica delle Marche, Federico Maria Butera del Politecnico di Milano, esperto di risparmio energetico.

La Leaf House, la casa ad emissioni zero che vive come una ‘foglia’, e’ un edificio di sei appartamenti che verra’ realmente abitato e che fungera’ anche da laboratorio di tecnologia, di misura e di lifestyle sostenibile. La sua esposizione a sud permette il massimo sfruttamento degli apporti solari ed il miglior utilizzo dei pannelli solari termici e fotovoltaici. L’energia in eccesso viene immagazzinata grazie ad un sistema di accumulo Enel, basato su idrogeno e successiva produzione di elettricita’ con celle a combustibile.

Fonte: IGN

Rispondi